Relazione di fine mandato del Presidente Ettore Sinnona

“Cari amici,
fine giugno per ogni Presidente di Rotary Club è tempo di bilanci, di ringraziamento ai soci che si sono impegnati,di auguri al prossimo Presidente per un proficuo lavoro, soprattutto, per l’impegno che richiederà l’evento EXPO, qui a Milano.
Scorriamo ,dunque ,l’anno rotariano in via di chiusura:gli obbiettivi che ci eravamo prefissati lungo le cinque vie dell’Azione; i punti focali dell’anno che erano l’EXPO e l’orgoglio per il nostro passato.
Con piacere il club , in vista dell’EXPO, ha ospitato l’ambasciatore e Console Generale di Spagna , il Commissario Governativo della Slovacchia e il Console della Repubblica Slovacca. A loro, durante simpatiche interviste, abbiamo chiesto il parere delle loro nazioni sul nostro evento, arricchendoci della loro considerazioni e recependo il loro punto di vista.
E’ continuata costante l’attività – sorretta in particolare dai soci Missaglia e Sciorelli – per il consolidamento del portale EXPO che rammento essere, innanzitutto, dettato dalla volontà di accoglienza dei rotariani che visiteranno la nostra città nei sei mesi dell’evento.
Al fine di non dimenticare la storia del nostro prestigioso club, in occasione della festività novembrina della commemorazione dei defunti, abbiamo ricordato i profili di Giuseppe Prisco, Giancarlo Bolognesi, Remo Invernizzi.
Auspico che l’iniziativa possa, d’ora in avanti, ripetersi ogni novembre con il positivo effetto di portare a conoscenza dei nuovi soci le figure storiche del Milano est.
Veniamo alle cinque vie. L’Azione Interna che è tesa al rafforzamento dell’affiatamento e della consapevolezza del club.

Con fatto innovativo il nostro bollettino ha recepito la divulgazione dei verbali del direttivo rafforzando la conoscenza “trasversale”, per tutti i soci, dei fatti del club.
Ad ogni direttivo qualsiasi socio ha avuto la possibilità di intervenire. E’ stato sempre posto all’ordine del giorno il punto: “la voce del club”. Solo il socio Roveda è , per il vero, intervenuto. Questo, sporadico utilizzo dello strumento, messo a disposizione, mi ha indicato che esiste una coralità nel Milano Est che non ha bisogno di formalità. Lo strumento è,comunque,stato testato e, se si vorrà, potrà divenire patrimonio del club.
Tre apposite conviviali in Interclub, mirate all’aumento della consapevolezza rotariana (anche su specifica moral suasion del nostro distretto) sono state dedicate al lavoro delle commissioni distrettuali “Effettivo” “Progetti” “Amministrazione” “Pubbliche Relazioni” “Rotary foundation” “Nuove Generazioni”.
Il taglio delle relazioni ,estremamente colloquiale,è parso gradito alla platea dei soci.
Con spirito di condivisione il nostro bollettino è divenuto la voce ufficiale anche del nostro INNER, con cui abbiamo svolto simpatiche serate in Interclub. L’utilizzo del nostro bollettino pone tutti i soci a conoscenza , tramite la pubblicazione, delle interessanti iniziative del club di cui siamo padrini.
Ci ha chiesto di recente Evanston se, nei nostri club, c’è un sistema per mantenere i contatti degli ospiti che ci fanno visita. Rammento che il Milano Est ,quest’anno, ha istituzionalizzato l’invio del bollettino alle persone che hanno manifestato interesse al nostro club. Lo strumento è sottoutilizzato, pochi soci hanno formulato questa richiesta alla segreteria: Vi invito caldamente a valervi di questa modalità, priva di costi e mezzo incisivo per far conoscere l’attività del nostro club e del Rotary in generale.
Azione professionale.
Il club ha servito il prossimo con la nostra professionalità diretta riprendendo su basi nuove il rapporto con il Programma Virgilio (di cui il club è socio fondatore): oggi due nostri soci Alessandro e Bramieri, oltre a me,hanno assunto la figura di tutor per giovani imprenditori. Con l’intervento di Giuseppe Milella, del Rotary club Monforte,figura storica del programma, il Milano est ha intrattenuto le quinte classi dell’Istituto Alberghiero Carlo Porta sul Rotary e sul Programma Virgilio aprendo spazi ai giovani che intraprenderanno iniziative nel campo turistico.
E’ stata, infine, completamente delineato con l’ausilio del Carlo Porta il progetto relativo alla “Gastronomia sostenibile” in linea con il motto del nostro EXPO. Una lode particolare a questa commissione, del nostro club, per l’impegno dimostrato.
E’ continuata “l’operazione carriere”presso gli istituti superiori milanesi. Un altro prestigioso club del nostro distretto, il Leonardo da Vinci, che ringraziamo, ha continuato l’appoggio alla nostra iniziativa, gravosa dal punto di vista organizzativo, ma fonte di grande soddisfazione.
Interesse pubblico.

Un significativo riconoscimento ad Angela Giebelmann per la serata del primo di dicembre a Brescia.
In occasione dell’ormai storico appuntamento con il concerto di Natale, da Lei organizzato, abbiamo ulteriormente rafforzato la provvista necessaria alla Onlus Vision + per il compimento di quell’importante iniziativa benefica a carattere medico, denominata “Riflesso Rosso” svolto dalla associazione, di cui siamo cofondatori, e che vede due nostri soci tra gli animatori infaticabili. Una specifica conviviale è stata dedicata a questa importante iniziativa.

Come Presidente del Milano Est sono stato cooptato per l’anno rotariano nel direttivo di Vision +: Vi informo che ho costantemente partecipato alle riunioni per l’opportuno coordinamento con il nostro club.
Il club non ha dimenticato i partner di sempre con apposite donazioni con il consueto criterio della rotatività.
Due borse di studio sono state dedicate a studenti meritevoli in ricordo del nostro amato Gianluca Ottaviani, vice Presidente del club, prematuramente scomparso.
Azione internazionale.
Con la partecipazione entusiasta all’evento di luglio alla Ca’ del vento dei coniugi Sciorelli è iniziato il percorso virtuoso del sostegno all’organizzazione benefica “Il sorriso dei miei bimbi”.
A settembre,poi,utilizzando la tecnologia oggi facilmente disponibile, ci siamo collegati via Skype con la favelas,vivendo con le immagini in diretta le attività che quel gruppo di italiani , condotti dalla dott.ssa Olivieri, compie a favore di una realtà giovanile così disagiata.
Oggi siamo in attesa di conoscere se il nostro progetto internazionale Global Grant di assistenza ai ragazzi della favelas Rocinha di Rio de Janeiro avrà il riconoscimento della Rotary Foundation.
Occorre spendere qualche parola su questo service ricordando anche il motto di Ron Burton per l’anno rotariano 2013/2014.
Per la prima volta nel Rotary si è aperta la possibilità di finanziare non solo beni ma percorsi didattici. Se l’esito del Global Grant sarà positivo daremo sostegno diretto ad insegnanti locali con l’obbiettivo di rompere il circolo vizioso “analfabetismo-rischio sociale- emarginazione- depressione- delinquenza” fornendo strumenti ai giovani per la costruzione di una vita meritevole di essere vissuta: engage rotary change lives! Sempre in campo internazionale non va dimenticato il Ciad, cui il Milano est gli scorsi anni ha donato sei pozzi,siti nel villaggio di Bekambà.Uno dei pozzi rammenterete è dotato di pompa ad energia solare, dono del nostro socio Angelantoni, recentemente trasferitosi in Umbria ma il cui legame con il nostro club permane forte, sua moglie Giuseppina è nostra stimata socia onoraria.
Non abbiamo dimenticato il Ciad.Grazie a Voi -da quest’anno rotariano- presso la Facoltà di Medicina di N’Djamena ( la capitale) ,sotto l’attenta cura di Padre Corti, due studenti di Bekambà, godono di nostre borse di studio che gli permetteranno, nel tempo, il traguardo della laurea: anche qui “engage rotary change lives”.
Azione nuove generazioni
Con il concorso di tutto il distretto e della socia Alessandro siamo riusciti nell’impresa di fondare un nuovo Rotaract. La cerimonia di consegna è avvenuta proprio da noi: ora il Milano Est ha un suo Rotaract che condivide con altri prestigiosi club (Arco della Pace,Monforte,San Siro e Sempione). A tale club
potranno essere indirizzati i giovani di nostra conoscenza che condividono il principio rotariano del servire al di sopra del proprio interesse.

L’anno appena trascorso è stato contrassegnato da alcuni gravi lutti, tutti dolorosi. Uno ci ha sottratto il Vice Presidente in carica: con orgoglio il Milano Est annovera,oggi, tra i nostri soci,il figlio Marcello.
Con i nuovi ingressi dell’anno, il numero dei soci è oggi di 79 persone. I giovani entrati indicano il club in buona salute rotariana ma, il calo quantitativo è elemento da non sottovalutare. Per gli anni a venire occorrerà impegnarsi affinché il club permanga su un buon livello numerico anche se il numero di 110 soci, raggiunto anni fa, è forse un dato che affidiamo al mito della storia del nostro club.

Per onor del vero mi pare che possiamo dire che ci siamo anche divertiti insieme. Rammento le serate con l’attrice e regista milanese Carla Gasparini, i sabati e i … martedì amici in Bocconi. Infine, seppure una volta sola, abbiamo anche gustato, insieme, forse la più buona grappa italiana!E’ l’amicizia ma anche il piacere dello stare insieme, che rende gradevole la frequenza del nostro club.
L’assiduità media si colloca intorno al 35% – 40% :pari se non addirittura superiore al dato empirico che ho percepito quando ho frequentato altri club.

Compatta la presenza dei soci si rileva nelle occasioni classiche di incontro: cena natalizia, incontro con il Governatore, serate particolari, passaggio di consegne.
I conti del club, al 31 maggio 2014, seguiti sempre con attenta cura da Gerard, sono in ordine. Significativo permane l’attivo delle gestioni precedenti e non può non tacersi il merito di tale situazione alla passata virtuosa gestione del
Presidente Gasparri:il bilancio al 30 giugno 2014 annoterà l’accantonamento per
il Global Grant e gli sconti raggiunti nel rapporto con l’hotel ospitante.
Una annotazione importante: quest’anno il distretto si è “contratto” sono rimasti solo 53 club di ambito metropolitano. In termini aziendali si direbbe che si è “accorciata la catena di comando”.

Con l’esperienza di un anno da presidente di uno dei 53 club penso di poter dire che la vita associativa ne ha ricevuto beneficio. La vicinanza del distretto è stata palmare per colloquialità e vivacità.
Fondamentale e da imitare rimarrà il congresso distrettuale di quest’anno per profondità di temi trattati e leggerezza espositiva, con voluti spunti umoristici.
Durante il Congresso Distrettuale sono stato insignito dal Governatore della “Paul Harris Fellow a 1 zaffiro” per l’attenzione alle nuove generazioni. Condivido con il club questa dizione: con riferimento ai giovani allievi rammento Adamoli per i rapporti con l’Istituto Alberghiero Carlo Porta (un allievo del quale – con il Milano Est club padrino- ha vinto a Roma il secondo premio a carattere nazionale nel concorso legalità e cultura etica). Rammento Spinelli e Perdomi per il “Riflesso rosso” a favore dei neonati milanesi. Rammento Alessandro per la fondazione del Rotaract.Rammento Meucci per il rapporto con gli istituti superiori milanesi. Tutto il direttivo mi è stato vicino condividendo, infine, la scommessa sui ragazzi della favelas Rocinha di Rio de Janeiro.
Negli stessi giorni del Congresso il vice Presidente Ricchi ha guidato a Lyon la nostra folta delegazione per l’evento di amicizia con i club gemellati Lyon sud e Nyon. A Lui e a tutti gli intervenuti il ringraziamento per avere ben rappresentato il club con gli amici francesi e svizzeri con i quali condividiamo, con spirito di reciprocità rotariana, loro service.

Un particolare ringraziamento a Cecilia Vismara per lo svolgimento dell’incarico di segretario, assunto in modo improvviso, a fine gennaio e svolto con grande spirito di collaborazione rotariana, entrambi -lei ed io – sempre appoggiati con sicurezza dalla nostra Elena Fontana. Non posso dimenticare anche Gianni Fossati i cui consigli , durante tutto l’anno rotariano,mi sono stati veramente preziosi.

Un sentito ringraziamento al nostro Governatore Paolo Zampaglione, alla assistente del gruppo 3 Simonetta Tiezzi,che si è prodigata, creando una squadra di club affiatata e pronta al servizio reciproco. Un ringraziamento a tutta le cariche distrettuali ma, una particolare menzione a Luigi Cella che ci ha assistito e incoraggiato sulla via del Global Grant.
Infine, permettetemi un paragone irriverente, giusto nel settantesimo anniversario dello sbarco in Normandia.
I paracadutisti britannici della sesta divisione aviotrasportata comandati dal maggiore John Howard conquistarono il ponte sul fiume Orne con l’ordine di tenerlo finchè non fossero stati rilevati dalle truppe che sarebbero sbarcate sulle spiagge francesi. Così fu e tra l’altro l’episodio è anche rappresentato nel noto film “Il giorno più lungo”:ebbene signori soci “ho tenuto il ponte” e ora vengo rilevato nel comando. Con quello spirito di servizio che mi ha animato ringrazio tutti voi per la presidenza ricevuta e ringrazio con particolare affetto tutto il gruppo di soci che – posponendo i loro impegni a favore del club-hanno …..combattuto durante l’anno con me!
Ma è l’ora del passaggio di consegne e del il passaggio del collare ad Angela Giebelmann. Il suo, e non è un auspicio ma una certezza, sarà un grande anno rotariano “expo oriented”.
Prima di salutarvi una piccola sorpresa. I romani usavano una espressione curiosa per indicare la chiusura armoniosa di un discorso dicevano “quadrare orationem”.
Ecco, allora vorrei “quadrare” il mio anno con una simpatica pubblicazione che rimarrà patrimonio del club. Si tratta dei ritratti a penna fatti a molti soci dal nostro Vittorio Romano, do lettura della prefazione e passo la mano. Un abbraccio a tutti Voi!”

  • Eventi

    <<Giu 2019>>
    LMMGVSD
    27 28 29 30 31 1 2
    3 4 5 6 7 8 9
    10 11 12 13 14 15 16
    17 18 19 20 21 22 23
    24 25 26 27 28 29 30
  • Prossima conviviale

    • Conviviale
      26 Giu 2019 - 19:30
      Westin Palace
      Piazza della Repubblica, 20 20124, Milano
  • Bollettini

    5 Giugno 2019
    Presidente Giorgio Kobau
  • Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi